La nostra mission, i nostri valori

La sofferenza mentale, nelle sue diverse forme, è un fatto sociale e come tale riguarda tutti. E tutti possono contribuire ad affrontarla.

Noi crediamo che ogni individuo, anche e soprattutto se in una situazione di disagio psichico, debba godere appieno dei diritti di cittadino: casa, lavoro, famiglia, socialità.

Per questo motivo abbiamo dato vita al Bandolo e alla sua rete: insieme per offrire informazione e maggiori opportunità di inclusione alle persone sofferenti e a quelle loro vicine. In modo discreto e rispettoso della libertà e delle esigenze individuali.

La ragione della nostra esistenza è la proposta di un modello diverso di welfare, in cui collaborano pubblico e privato sociale.

Un modello in cui al centro ci sia la "persona", fatta di situazioni di sofferenza, ma anche di potenzialità, desideri e speranze che possono e devono essere salvaguardati e valorizzati

Crediamo che sia giusto andare oltre ciò che nell'immaginario collettivo è il disagio psichico, per superare il pregiudizio e andare oltre i tabù.

Questi sono i principi che ispirano la nostra mission e il nostro nome racconta molto di noi e del modo in cui operiamo quotidianamente.